ICCIO gioielli – L’intervista

iccio3

Nessuno lo direbbe, ma io vengo da una famiglia di artisti. E scienziati. Artisti e scienziati, mischiateli e come per magia, veniamo fuori tutti noi. D’altronde alla base ci sono il nonno, un chimico, e la nonna, la scultrice Vera Omodeo.

Vera Omodeo – la scultrice

Sulla delicatezza e il talento della nonna ci sarà da scrivere un altro post. In questo vorrei presentarvi invece mia cugina Beatrice Pagani, in arte ICCIO, che con me ha sempre condiviso quella rarissima atmosfera delle domeniche e delle feste dai nonni: mentre i cervelloni parlavano di medicina, di metalli e di formule chimiche, la nonna presentava fiera i suoi ultimi capolavori artistici. Attorno a noi i muri erano stracolmi di ritratti, cornici, bassorilievi. Da una parte un parente e dall’altro una statua a grandezza naturale. Siamo cresciute così. La nonna ci abituava gradualmente alla bellezza e alimentava la nostra sensibilità per l’arte.

Iccio_7

Beatrice ha occhi grandi color del bosco e capelli lunghissimi che le incorniciano il volto. Da quando è mamma è ancora più bella, da quando è ICCIO è diventata donna.

Si, perché da Beatrice a ICCIO c’è un percorso. Una vita come tante in cui mentre il corpo matura seguendo vie conosciute (liceo classico, laurea in economia, i primi stages nel mondo del lavoro), l’anima segue vie proprie, stimolata dagli incontri, dai viaggi, dalla natura e dalle emozioni. E così, nel 2013, Beatrice prende coraggio e lascia un percorso già tracciato per seguire il suo talento. E’ tempo di crederci, si dice, e con un po’ di fortuna ma soprattutto con tanta intraprendenza e altrettanta umiltà, passa i suoi fine settimana nella bottega di un’orafa a imparare il mestiere.

iccio5

Beatrice ci tiene a dirmi che senza la nonna niente sarebbe stato possibile: senza la sua vicinanza, i suoi consigli, i suoi contatti, il suo entusiasmo, ICCIO potrebbe essere ancora un progetto in cantiere. Invece oggi è un’affermata designer di gioielli, con ancora tanti sogni nel cassetto ma anche con una forte determinazione negli occhi, e con quel pizzico di orgoglio che traspare nelle sue parole. “Sono felice perché in poco tempo ho trovato un mio equilibrio – mi dice ICCIO -. Ho un lavoro che mi appassiona, che mi permette di sfogare la mia creatività, di rendere felici le persone, di leggere in loro quello che cercano davvero, e di trasformarlo in un gioiello”. Scegliere la strada dell’artigianato per una ragazza giovane, tra l’altro già inserita in un contesto lavorativo molto più classico, più ‘sicuro’, non è da tutti. Ci vuole una certa dose di follia. “All’inizio non è stato facile – continua ICCIO -. Mi sono dovuta imporre degli orari, una disciplina, per la prima volta nella vita mi sono dovuta prendere sul serio. Ma poi le soddisfazioni sono arrivate. Ora ho delle clienti fedelissime, un giro di persone che mi stimolano e aspettano le mie nuove creazioni, non devo più contare solo sul supporto della mia famiglia e delle mie amiche, che sono state fondamentali”.

Oggi ICCIO cerca una persona con cui condividere questa passione, ora che sa che la sua arte viene apprezzata le piacerebbe crescere e, chissà, magari un giorno avere uno spazio tutto suo. C’è tanta energia in lei, è facile prevedere che farà ancora molta strada, che questo è solo l’inizio di una bellissima avventura professionale e artistica.

Ecco i link per vedere i suoi lavori, per ordinarli e per contattarla. Ce n’è per tutti i gusti, per tutte le emozioni.

 

https://www.facebook.com/icciojewels/

http://icciogioielli.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...