Indugio

E una colomba difende il suo manto dagli attacchi esterni e non si fa trovare al nido

Non risponde ai richiami ma resta sola, a una sorgente

Si ciba di pensieri

E in quella roccia si mantiene pura e vive vive vive

Riti propiziatori a base di bugie

Poemi immortali inesistenti tra i suoi polmoni

Indugia sui flussi e sui riflussi e sui moti circolari e trasversali di quel mondo subacqueo

E poi,

Cade.

EP, 1999

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...